Lettore medio

Le intolleranze elementari (Serena Venditto)

9788832780307_0_0_0_75«Aspetta, ma perché porti quel maglione rosso? […] Avrà almeno cinque anni e lascia un sacco di pelini rossi in giro…»
«Che significa? Beatrice ne ha ventinove, lascia in giro milioni di capelli rossi e a New York me la porto lo stesso. E non mi tiene nemmeno calda».

Beatrice, eterna studentessa di lingue sempre in procinto di laurearsi; Marzia, ragazza precisa e programmatrice che cerca da anni la casa dei sogni senza mai trovarla; Elena, pigra e disordinata pubblicitaria perennemente alle prese con colloqui di lavoro che puntualmente hanno esito negativo.
Tre amiche del cuore, che lavorano nello stesso bar, l’Hearts (in inglese “cuori”), nei pressi del reparto di cardiochirurgia del Policlinico. Coincidenze? Pare quasi di sì, perché il leitmotiv del romanzo è la travagliata storia d’amore di Beatrice con un cardiologo dell’ospedale, Valerio, che le ha spezzato il cuore. Lo stesso cuore che tuttavia potrebbe diventare il deus ex machina e sbrogliare le matasse di questo intricato romanzo sentimentale.
Il rosa non è il mio genere preferito, eppure ho divorato questo libro in appena due giorni (e solo per la concomitanza di altri impegni). Perché “Le intolleranze elementari” di Serena Venditto (edito da Homo Scrivens per la collana “direzioni immaginarie”) è un romanzo piacevole da leggere, che ti coinvolge senza che te ne accorga grazie a un ritmo narrativo scorrevole e allo stile divertente e mai noioso di una scrittrice che a prescindere dal genere, rosa o giallo che sia, non disdegna virate nell’umorismo puro, con trovate che non mancheranno di strapparvi più di una risata.

Nome: Serena
Cognome: Venditto
Genere letterario preferito: il giallo, senza dubbio. È una sfida, quindi tiene svegli, ma al contempo è un genere rassicurante, sai sempre che l’assassino sarà punito. Forse per questo si legge d’estate, quando vogliamo rilassarci: non avremo sorprese.
Come mai per il tuo romanzo d’esordio hai scelto proprio il genere rosa? Mah, in realtà non ho scelto un genere, ho scelto una storia. O lei ha scelto me, più probabilmente.
E poi la decisione di passare al giallo, con la trilogia di Mycroft. Sì, perché sono le letture a influenzare ciò che scrivi, quindi temo fosse inevitabile. il gatto detective è un personaggio nato nel laboratorio di scrittura Homo Scrivens e funzionava bene, poi è venuto tutto molto naturale.
Una scelta vincente, visto che, a partire da quest’anno, i tre romanzi verranno ripubblicati da Mondadori. Com’è successo e che emozione hai provato quando l’hai saputo? Non credo sia descrivibile, mi sentivo e tuttora mi sento su una nuvoletta se ci penso! Aldo Putignano (direttore editoriale di Homo Scrivens, ndr) me lo ha detto in dosi omeopatiche, quasi alla fine della trattativa per evitare che mi affezionassi troppo all’idea e poi non se ne facesse nulla, ma quando è stato ufficiale me lo ha detto il giorno del mio compleanno, mostrandomi la mail. ho pianto per cinque minuti senza riuscire a parlare, mia madre che continuava a chiedermi «Ma che è successo? Parla, parla!» e io che singhiozzavo. Insomma, una bella scena!
Progetti futuri? Sto lavorando al nuovo editing di Aria di neve, in uscita a maggio 2018, e contemporaneamente al quarto volume della serie. Insomma, non mi annoio!

Titolo: Le intolleranze elementari
Autrice: Serena Venditto
Genere: Rosa/sentimentale
Casa editrice: Homo Scrivens
Pagine: 179
Anno: 2017
Prezzo: € 14,00
Colonna sonora: 4 Non Blondes – What’s Up.
Tempo medio di lettura: 2 giorni.

L’autrice:
Serena Venditto è nata a Napoli nel 1980. Giornalista sportiva e grande tifosa del Napoli oltre che scrittrice, cura la rubrica Bar Sport sul sito Napoliclick.it. Dopo il romanzo d’esordio Le intolleranze elementari, si è affermata come autrice di gialli con la trilogia di Mycroft, il gatto detective (Aria di neve, C’è una casa nel bosco, Al Sassofono Blu), edita prima da Homo Scrivers e, dal 2018, da Mondadori.

Giano

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...