Lettore medio

Alla conquista della Luna (Emilio Salgari)

9788899729066_0_0_2100_75“Maelström! Questo nome suona come una campana funebre agli orecchi degli arditi marinai che si avventurano nella stagione invernale sulle coste settentrionali della Norvegia: e non a torto. È là infatti che si apre e gira vorticosamente quell’immenso gorgo, i cui muggiti si odono distintamente fino sulle spiagge della terra ferma”.

E va bene, lo confesso: nell’assegnare i romanzi da recensire ai colleghi della redazione ho omesso “Alla conquista della Luna” di Emilio Salgari (edito da Cliquot).
L’ho fatto per il più semplice dei motivi: volevo essere io a leggere le storie di uno dei miei narratori preferiti e condividere con altri lettori (medi e non) il gusto per l’avventura.
Procediamo per gradi. Innanzitutto la forma. Il volume, letteralmente restaurato dalla casa editrice Cliquot, è articolato in tre parti, con racconti ambientati in mare (“Inghiottiti dal Maelström!”, “Negli abissi dell’oceano”), in cielo (“La Stella filante”, “Alla conquista della Luna”) e sulla terra ferma (“Lo scheletro della foresta”, “L’isola delle Sette Città”). Racconti nei quali emerge il desiderio dell’uomo di superare i propri limiti e di scoprire nuovi territori, si trovino essi in fondo all’oceano oppure a migliaia di chilometri sopra il nostro capo.
Uomini dotati, quasi sempre, di grande intelletto, coraggio e di una dose di spregiudicatezza che, irrimediabilmente, mi ha fatto pensare a Ulisse e alla sua inarrestabile sete di conoscenza. Un desiderio di sapere che può portare, come nel caso del celebre viaggiatore narrato da Omero, a perdere la vita (come immaginato da Dante nella “Divina Commedia”) o, come in alcuni di questi racconti, a smarrire il senno (e giù coi richiami allo “Orlando Furioso”).
Ad arricchire il libro una lunga, interessantissima introduzione curata da Felice Pozzo, rivelatasi un’ottima guida per muoversi all’interno del volume, ma soprattutto per saperne di più su uno scrittore, Emilio Salgari, vero e proprio precursore del genere fantascientifico.
Un narratore associato, troppo frettolosamente, al solo Sandokan (personaggio popolarissimo, per carità) e che invece ha raccontato di uomini meno abili, forse, con la spada, ma dotati di un intelletto e di un coraggio in grado di conquistare chiunque.
Mi siano concesse, dunque, le attenuanti del lettore medio per questa recensione pregna di entusiasmo. Ma da chi è cresciuto col desiderio di diventare un pirata della Malesia non ci si poteva aspettare altro.

Titolo: Alla conquista della Luna
Autore: Emilio Salgari
Genere: Avventura
Casa editrice: Cliquot
Pagine: 144
Anno: 2016
Prezzo: € 16,00
Tempo medio di lettura: 3 giorni
Consigliato a: Tutti quelli che vogliono viaggiare per il globo e non solo, senza il peso dei bagagli.
Film consigliati: “Il mistero di Sleepy Hollow”, “Jumanji”.

L’autore
Emilio Salgari è stato uno scrittore straordinariamente prolifico. Oltre al ciclo dei pirati, del quale è stato protagonista Sandokan (il più popolare tra personaggi creati), scrisse anche romanzi storici come “Cartagine in fiamme” o “Le meraviglie del Duemila”, vero e proprio apripista del genere fantascientifico in Italia.

Paquito

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...