Lettore medio

Fiori sopra l’inferno (Ilaria Tuti)

9788830449817_0_0_0_75“Teresa fissò il crocifisso che gli pendeva dal collo. Evitò di dirgli che gli assassini erano figli del suo Dio tanto quanto i santi, e venivano alla luce ovunque, anche a Travenì”.

Ilaria Tuti debutta nel mondo editoriale con “I fiori sopra l’inferno” edito da Longanesi. Protagonista indiscusso è il luogo in cui si svolge la storia, un piccolo paese situato ai piedi delle Alpi, un luogo reale che l’ autrice maschera con il nome di Travenì.
Gli abitanti trascorrono una normale vita da paesani, fino a quando la possibile presenza di un serial killer non rischia di alterare questa tranquillità.
L’indagine viene affidata al commissario Teresa Battaglia, che sarà supportata dai suoi collaboratori e da Massimo Marino, un ispettore arrivato da poco dalla città.
Il rapporto tra i due non sembra iniziare con il piede giusto, a causa dell’abitudine di Teresa di rendere non facile la vita degli ultimi arrivati.
La storia entra nel vivo quando viene ritrovato un uomo senza vita e da qui a seguire si susseguono una serie di avvenimenti tra corpi scorticati e presenze che spiano i  movimenti degli abitanti. Si evince la presenza di un killer con problemi mentali, le indagini partono a tappeto cercando non solo nella zona abitata ma anche nei folti boschi montanari. Il  lettore ha la possibilità di seguire anche la vita privata di Teresa e Massimo. Lei, una donna ormai avanti con l’età, malata di diabete e con l’aggravante di una malattia mentale degenerativa; lui, invece, sembra in fuga dal proprio passato, probabilmente da una donna. La storia si alterna tra presente e passato, alcuni flashback riportano la narrazione all’anno 1988. In un  orfanotrofio vengono accuditi dei bambini unici, tale narrazione, che si distacca dalla storia principe, spinge alla lettura compulsiva per capire dove sia il punto d’incontro delle due storie.
Si denota anche una forte impronta psicologica da parte di Teresa, la quale dimostra più volte il suo forte interesse per la criminologia ed è questo fattore a spingerla nella mente del ricercato di turno. La storia viene arricchita dalle forti descrizioni delle montagne friulane, tra una scoperta e l’altra, anche l’ambiente deturpato dalla costruzione di impianti sciistici ha la sua dose di protagonismo.

Trovo questo libro un’ottima opera prima. La scrittrice è riuscita ad utilizzare tutti gli elementi basilari per realizzare un thriller, creandone qualcosa di unico. Ho apprezzato la descrizione ambientale: particolare, dettagliata e pungente con quel tocco di amore per la propria regione che lascia affascinati.
Senz’altro, il plus di questo libro sta nell’empatia che instaura Teresa, protagonista descritta in modo impeccabile, nei confronti del nemico. Inoltre la rappresentazione della comunità di un piccolo paesino ha un ruolo fondamentale. Essa, infatti, si dimostra unita e diffidente nei confronti della polizia, tra intrighi e segreti che nessuno ammette. Anzi, si preferisce celare i segreti anziché rompere l’abitudinaria calma apparente, un modo di fare, purtroppo, tipico della nostra società.

Titolo: Fiori sopra l’inferno
Autore: Ilaria Tuti
Genere: Thriller
Casa editrice: Longanesi
Pagine: 366
Anno: 2018
Prezzo: €  16,90
Tempo medio di lettura: 4 giorni
Consigliata la lettura in giornate di pioggia e tenebrose, se fosse possibile, meglio ancora in montagna tra la neve.

L’autrice
Ilaria Tuti residente in provincia di Udine, vive in montagna ed ha una forte passione per la pittura, voleva fare la fotografa ma si è ritrovata a studiare Economia, ama Donato Carrisi e nel 2014 ha vinto il Premio Gran Giallo Città Cattolica. “Fiori sopra l’inferno” edito Longanesi, è il suo libro d’esordio.

Ivan

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...