Lettore medio

Hool (Philipp Winkler)

9788832970258_0_0_0_75La truppa parte battendo i piedi. Axel e Tomek un passo avanti agli altri. Ulf alla mia destra, Kai a sinistra. Ha un cazzo di ghigno che gli arriva fin sopra le orecchie, e mi contagia. Torno a guardare avanti, il muro di teste rasate e magliette bianche che ci viene incontro. Si fanno più veloci, gridando «Huren Hannoi!». Hannover troie. Qualcuno alza i pugni.

Mi aspettavo di leggere l’ennesima storia di calcio, invece sono stato travolto da un romanzo la cui scrittura ha avuto la stessa forza di un pugno nello stomaco. Credo sia questo il modo migliore per iniziare la recensione di “Hool” il romanzo, edito da 66thand2nd, che segna l’esordio nel mondo dell’editoria del narratore tedesco Philipp Winkler. Protagonista di questo romanzo è Heiko, un ragazzo che fa del calcio il pretesto per esprimere tutta la sua rabbia e la sua insoddisfazione verso una vita che sembra voltargli le spalle. Periodicamente, infatti, partecipa a incontri scontri tra i supporter dell’Hannover 96, squadra per la quale fa il tifo, e le altre tifoserie. Pugni, spintoni, colpi bassi, un vero e proprio figth club calcistico in cui vige una sola regola: qualsiasi arma è bandita.
Di questo gruppo di violenti supporter fanno parte anche Jo-jo, Ulf e Kai – tre ragazzi cresciuti a pane, pallone e violenza – che, giunti per differenti ragioni di fronte a un bivio, paleseranno il loro desiderio di crescita, lasciando ad Heiko lo scomodo ruolo di ribelle Peter Pan.

Quel che ho apprezzato maggiormente di questo romanzo è il linguaggio: crudo e spigoloso e la coerenza del personaggio. Heiko, narratore in prima persona, è sboccato e granitico nelle sue certezze. Neppure di fronte a eventi tragici dei quali è protagonista cambia idea rimanendo un bad boy alla perenne ricerca di un’opportunità per sfogare la propria rabbia.

Titolo: Hool
Autore: Philipp Winkler
Genere: Romanzo di formazione
Casa editrice: 66thand2nd
Pagine: 284
Anno: 2018
Prezzo:€ 18,00
Tempo medio di lettura: 4 giorni
Film suggeriti: “Holligans”, film del 2005 diretto da Lexi Alexander; “Ultrà”, film del 1991 diretto da Ricky Tognazzi.
Prima, durante e dopo la lettura: Ricordare che il calcio è uno sport. Anzi un gioco.

L’autore
Philipp Winkler è nato in Germania nel 1986. Con “Hool”, il suo primo romanzo, accolto con entusiasmo da pubblico e critica, è stato finalista al Deutscher Buchpreis, il più importante premio letterario tedesco.

Paquito

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...