Lettore medio

L’altra città: guida sentimentale di Napoli (Davide Vargas)

“L’ennesima volta che torni in un luogo o a una persona finalmente riesci a prenderne tra le dita il senso. Come un’acqua fresca che bevi dalle mani a coppa per dissetare la tua infinita arsura. Ma io ho nostalgia dei posti che non ho mai visto. Sembra una cosa impossibile. Eppure è così. Non li conosci neanche e ne hai nostalgia? Perché da qualche parte tra le fibre della mia persona io li ho visti. Lo so.”9788879377430_0_0_0_75

Appena si inizia a leggere “L’altra città: guida sentimentale di Napoli” (edizione Tullio Pironti, 2017) di Davide Vargas, ci si sente catapultati nei luoghi più conosciuti del capoluogo campano, descritti in maniera scrupolosa dal punto di vista storico – architettonico, ma in modo tale da lasciare molto spazio anche agli aspetti mitologici e, come ci suggerisce il sottotitolo, sentimentali che rendono la metropoli così vitale e ricolma di magia. L’autore riesce a dar vita a una prosa misurata, e al contempo colorata, di una poesia e profonde riflessioni personali, che permettono al lettore di capire le mille sfaccettature di Napoli.

Personalmente, penso di non aver mai trovato tanto piacevole un libro con una struttura narrativa così fitta. Tra le pagine di Vargas si percepiscono l’odore di salsedine che bacia la città e il calore che trapela dal primo e più piccolo mattone di tufo giallo fino all’ultimo balcone da cui proviene l’aroma del caffè preparato da poco. Questo piccolo volume costituisce davvero una guida adatta ai napoletani più curiosi e a tutti coloro che vogliono iniziare ad avvicinarsi a questa splendida metropoli.

Titolo: L’altra città: guida sentimentale di Napoli
Autore: Davide Vargas
Genere: itinerario napoletano
Casa editrice: Tullio Pironti Editore
Pagine: 154
Anno edizione: 2017
Prezzo: €12
Tempo medio di lettura: una settimana.
Da leggere: per i “vicarielli” napoletani, lasciandosi stupire da ogni dettaglio come i bambini.
Canzone suggerita: “Santa Lucia” degli Osanna

L’autore:
Davide Vargas si definisce un letterato – architetto. La sua ricerca architettonica si svolge attraverso il lavoro sui cantieri e nei rapporti con i committenti pubblici e privati. Ha scritto i suoi primi racconti su “Nazione Indiana”. Con l’editore Tullio Pironti ha pubblicato anche “Racconti di qui” e “Racconti di architettura”. Con Lettera Ventidue pubblica invece “Città della Poesia”.

Federica

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...