Lettore medio

Macerie Prime. Sei mesi dopo (Zerocalcare)

9788832730760_0_0_0_75La Crisi.
’Sta parola tornava sempre, di continuo. Voi c’avevate un futuro davanti, quando vi siete imbattuti in questa parola. Loro dentro a quella parola ci sono nati. Li ha cullati. Plasmati.
Insomma, quella luce di speranza che c’avevate voi negli occhi quando pensavate al domani… che io un po’ vi invidiavo e un po’ mi schifava… ecco, i ragazzini miei quella luce non sanno manco che è. Per questo mi trovo bene con loro. Siamo uguali. Nativi delle macerie.

Sono passati sei mesi dalle vicende raccontate in “Macerie Prime” (ed. Bao Publishing). In questo arco di tempo i protagonisti del primo volume, Zerocalcare e i suoi amici, si sono persi di vista, ognuno preso dalla sua vita e dai suoi problemi. Li ritroviamo in occasione della nascita del figlio dell’amico Cinghiale, e il lieto evento diventa l’occasione per il protagonista di riallacciare i rapporti col gruppo, dando modo al lettore di conoscere gli sviluppi lavorativi e personali delle vite di: Cinghiale, Katia, Sara, Secco e Deprecabile. Parallelamente alle loro vicende c’è poi la storia allegorica, nella quale i nostri protagonisti sono rappresentati come sopravvissuti in costante lotta con i grandi “demoni” della vita e dei loro tentativi di non lasciarsi sopraffare.
Amori che finiscono, prese di coscienza, speranze, famiglia, fallimento e vittorie: sono i temi che emergono in questo volume. Le vicende che l’autore racconta sono, in sostanza, storie di crescita: per troppo tempo un’intera generazione di giovani ha visto i propri sogni e i desideri per il futuro sgretolarsi contro una società, e una realtà, lavorativa che li ha consumati. Se a questo non si può porre rimedio, una sola cosa c’è da fare: non permettere all’insoddisfazione di renderci esseri umani peggiori.
Zerocalcare propone una forma di resilienza che può tradursi in “insieme siamo più forti”. E anche se un piccolo gruppo di amici non può aiutarti a ottenere il lavoro dei sempre sognato, la vita che desideri, una famiglia oppure l’amore può sempre essere lì per te, farti sentire meno solo, parte di qualcosa.

Il tratto di Zerocalcare è inconfondibile e le sue vignette colpiscono per la semplicità e l’immediatezza con cui riescono a trasmettere il messaggio dell’autore che si fa, ancora una volta, portavoce di un’intera generazione, dei suoi dubbi e fallimenti, dei suoi desideri e delle sue paure, e lo fa in un modo sempre irriverente, cercando di strappare una risata ma pure una riflessione.

Titolo: Macerie Prime. Sei mesi dopo
Autore: Zerocalcare
Genere: graphic novel – autobiografico
Casa editrice: Bao Publishing
Pagine:190
Anno: 2018
Prezzo: € 17
Tempo medio di lettura: 2 ore
Consiglio di lettura: seguire il suggerimento dell’autore, ovvero, non rileggere la prima parte, MaceriePrime. “I personaggi della storia si sono persi di vista per sei mesi ed è giusto che anche tu li ritrovi come stanno per ritrovarsi loro.”

L’autore
Michele Rech, in arte Zerocalcare è nato a Arezzo nel 1983. Nel novembre 2011 apre un piccolo blog a fumetti dove racconta storie a sfondo autobiografico e nello stesso anno viene pubblicato il suo primo libro La profezia dell’armadillo. Nel 2012 vince il premio Macchianera Awards come “miglior disegnatore – vignettista”, nel 2015 è secondo al Premio Strega giovani per il libro Dimentica il mio nome. Nel 2016 viene pubblicato Kobane Calling un volume che raccoglie il reportage pubblicato a puntate su L’Internazionale e che racconta l’esperienza di Zerocalcare con i combattenti della resistenza curda che si battono contro l’Isis sul confine turco – siriano.

Giovanna

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...