Lettore medio

Il Ciclope (Paolo Rumiz)

0001121247060_0_0_0_75“Sono ridiventato padrone del tempo. La contabilità delle cose fatte e dei pensieri maturati sotto quella luce rotante dice che sono stato sull’Isola tre mesi, non tre settimane. Sul taccuino, le osservazioni si sono fatte più attente, puntuali. I pensieri sono diventati meno complessi ma più ermetici; hanno acquisito forza per sottrazione, come gli oggetti levigati dal mare.”

Le vacanze si avvicinano sempre più, avete voglia di viaggiare ma siete ancora impegnati con il lavoro o lo studio? In tal caso, non potrete lasciarvi sfuggire un libro come “Il Ciclope” (edito da Feltrinelli) di Paolo Rumiz. Ambientato su un’isola (quasi) dimenticata dall’uomo, il racconto dà la possibilità al lettore di immaginarsi in una dimensione in cui il tempo, lo spazio ed i pensieri si dilatano assecondando il respiro lento della natura.

“Il Ciclope” mi ha davvero incantata e stupita. Ogni capitolo è una nuova avventura, una magica visione e, soprattutto, un dialogo a tu per tu con l’autore. Rumiz, infatti, è stato in grado di creare una narrazione densa, fitta di riflessioni e colma di un lirismo che, seppur molto intimo, è capace di abbracciare calorosamente l’essenza umana in tutta la sua semplicità e spontaneità. Anche se all’interno del libro sono trattati vari argomenti, il testo è comunque molto scorrevole ed ordinato: gli accostamenti di svariate sfumature espressive (in determinati casi anche dialettali) risultano sempre armoniosi e pertinenti, tali da dar vita a sensazioni ed immagini molto vivide.

Titolo: Il Ciclope
Autore: Paolo Rumiz
Genere: Narrativa
Casa editrice: Feltrinelli
Pagine: 149
Anno edizione: 2015
Prezzo: € 15
Tempo medio di lettura: sei giorni
Brano consigliato: “La tempesta di mare” in Fa maggiore di Antonio Vivaldi (Allegro).

L’autore:
Paolo Rumiz è giornalista de “la Repubblica” e “Il Piccolo” di Trieste. Con Feltrinelli ha pubblicato tanti altri libri, tra cui La secessione leggera (2001), Tre uomini in bicicletta (con Francesco Altan; 2002), È Oriente (2003), La leggenda dei monti naviganti (2007), Annibale (2008), L’Italia in seconda classe. Con i disegni di Altan e una Premessa del misterioso 740 (2009), La cotogna di Istanbul (2010, nuova edizione 2015; Audiolibri “Emons-Feltrinelli” (2011), Il bene ostinato (2011), la riedizione di Maschere per un massacro (2013).

Federica

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...