Lettore medio

Mumin al mare (Tove Jansson)

9788870912357_0_0_300_75– Ma caro, perché dovremmo trasferirci in un faro quando già viviamo in una torre?
– Voglio scrivere un romanzo sul mare.

Spassoso. È il termine più adatto per recensire in poche sillabe Mumin al mare, terzo capitolo del graphic novel di Tove Jansson, edito da Iperborea.
Dopo Mumin e le follie invernali e Mumin e la vita in famiglia (pubblicati rispettivamente nel dicembre 2017 e nel marzo 2018), in questa storia, la famiglia Mumin – dei simpatici troll le cui fattezze ricordano degli ippopotami – lasciano la valle nella quale vivono per trasferirsi al mare. Il motivo? Papà Mumin ha intenzione di scrivere un romanzo (vuol valorizzare nel modo migliore la macchina da scrivere che ha ricevuto per il suo compleanno), lasciandosi ispirare dall’aria salmastra e dal rumore delle onde. Andrà, quindi, a vivere nel faro trascinando con sé la moglie, che dovrà combattere contro la nostalgia di casa; il figlio Mumin, che dovrà affrontare la paura dei fantasmi; e Grugnina, la vanitosa fidanzata di Mumin, che farà di tutto per aiutare la propria dolce metà nell’affrontare gli atavici timori.
Con questi presupposti, riuscirà Papà Mumin a realizzare il suo capolavoro?

Mi è piaciuto molto questo fumetto e per diverse ragioni. Innanzitutto: il formato orizzontale del graphic novel. Le strisce di fumetti, divenute ormai oggetto da collezione, catturano l’attenzione e rendono piacevole la lettura.
Inoltre ho apprezzato la scelta dell’autrice di realizzare una storia corale, nella quale non vi è un solo protagonista ma ogni personaggio ha una sua importanza ed è funzionale agli altri. Poi: il linguaggio. Asciutto, senza fronzoli e con battute proposte al momento giusto. Infine la scelta dell’editore Iperborea di proporre una serie di fumetti molto apprezzati nel nord Europa, ma ancora poco conosciuti in Italia.
Un fumetto leggero destinato non soltanto a un pubblico di giovanissimi – i disegni potrebbero trarre in inganno – ma a tutti quelli che vogliono regalarsi una storia piacevole col rumore del mare come sottofondo.

Titolo: Mumin al mare
Autore: Tove Jansson
Genere: Grapich novel
Casa editrice: Iperborea
Pagine: 107
Anno: 2018
Prezzo: € 12,50
Tempo medio di lettura: 1 ora
Leggere questo graphicnovel: al mare, per lasciarsi suggestionare dalla storia; in una valle, così da rievocare l’habitat dei Mumin; sul divano, perché una storia piacevole deve essere goduta fino in fondo in comodità.

L’autrice
Nata a Helsinki nel 1914 da padre scultore e madre illustratrice, Tove Jansson apparteneva alla minoranza di lingua svedese ed è considerata “monumento nazionale” in Finlandia, dove nel 1994 le celebrazioni per il suo ottantesimo compleanno sono durate un intero anno. È nota per i suoi libri per l’infanzia, come: Il cappello del Gran Bau, Magia d’Inverno e Piccolo Knitt, tutto solo. Con la serie a fumetti dei Mumin ha ottenuto il Premio Andersen e una fama senza tempo. È scomparsa nel giugno 2001.

Paquito

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...