Lettore medio

Chesil Beach (Ian McEwan)

9788806224769_0_0_428_75“Erano giovani, freschi di studi, e tutti e due ancora vergini in quella loro prima notte di nozze, nonché figli di un tempo in cui affrontare a voce problemi sessuali risultava semplicemente impossibile. Anche se facile non lo è mai.”

Nell’estate del 1962, in un grazioso albergo situato in Chesil Beach, Florence ed Edward stanno festeggiando la loro luna di miele alla luce del tramonto. Entrambi poco più che ventenni, innamoratissimi e ancora vergini, temono il sopraggiungere dell’oscurità e con essa il momento in cui dovranno legittimare le promesse nuziali e mettere a nudo non soltanto i loro corpi finora sconosciuti l’uno all’altro, ma anche le loro paure più profonde: Florence non sa come dire a suo marito che il pensiero di ciò che l’attende sotto le lenzuola la disgusta enormemente; Edward teme di non riuscire a interpretare i segnali del corpo di sua moglie, fortezza inespugnabile, e di non darle piacere.

Leggere “Chesil Beach” (edizioni Einaudi) è come trattenere a lungo il respiro. Il peso delle parole non dette, delle paure non confessate, accompagna il lettore pagina dopo pagina, trascinandolo sempre più a fondo, in un abisso di sconforto e malinconia che minaccia di non lasciarlo mai.
McEwan, famoso per la sua penna greve e le atmosfere opprimenti, riesce a trasmettere alla perfezione il disagio dei due giovani innamorati di fronte all’incognita del sesso, scandagliando minuziosamente i pensieri, i ricordi e le emozioni evocate in pochi attimi di contatto fisico.
Bravissimo nel rappresentare un’epoca in cui quasi tutto di ciò che era intimo e personale andava taciuto, lo scrittore mette in scena il dramma di due ragazzi che pretendono di amarsi pur non conoscendosi affatto e di considerarsi adulti soltanto perché uniti in un vincolo socialmente approvato.
Un romanzo istruttivo, questo, poiché con Edward e Florence il lettore impara quanto poco valga nel matrimonio l’orgoglio del singolo, se in ballo ci sono l’amore, la fiducia e la felicità, e quanto invece contino le parole, la pazienza e la schiettezza nei momenti in cui più si vorrebbe farne a meno per non rendersi vulnerabili.

Titolo: Chesil Beach
Autore: Ian McEwan
Genere: Romanzo storico sentimentale
Casa editrice: Einaudi
Pagine: 136
Anno edizione: 2018
Prezzo: 11,50 euro
Tempo medio di lettura: 2 giorni
Da leggere: A letto, nella penombra pomeridiana; sul treno.

L’autore:
Ian McEwan è nato nel 1948 ad Aldershot e vive a Londra. È autore di due raccolte di racconti e di oltre dieci romanzi. Nel 1998 viene premiato al Booker Prize per il romanzo “Amsterdam”. Il libro “L’amore fatale” viene da molti considerato un capolavoro, ma anche il suo romanzo “Espiazione”, ha ricevuto critiche egualmente favorevoli. Tutti i suoi romanzi sono pubblicati in Italia da Einaudi.

Claudia

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...