Lettore medio

Il tango di Antonella (Magali Le Huche)

9788867994854_0_0_503_75Questa storia si svolge a Buenos Aires,
nel periodo della fioritura,
quando gli alberi traboccano in tutta la città.
Antonella vive in una casetta,
arroccata in cima a un palazzo molto alto,
circondato da alberi dove gli uccelli si fermano a cantare a centinaia.

Benvenuti nel meraviglioso mondo di Antonella, una ragazza dai lunghi capelli rossi che, ogni mattina, comincia a danzare guardando il cielo. “Il tango di Antonella” di Magali Le Huche, edito da Edizioni Clichy, è una favola moderna raccontata a tempo di musica: quella di un tango argentino che fa da sottofondo a ogni pagina. La musica del tango accompagna la protagonista, una ragazza spensierata con la passione per il più celebre dei balli, tra i vicoli di Buenos Aires ma soprattutto tra le nuvole della capitale argentina.
Già perché, un giorno, la danzante routine di Antonella viene sconvolta dall’arrivo di Helmut, un giovane aviatore che precipita col suo velivolo a pochi passi dal terrazzo della giovane. Sarà vero amore tra i due? Ai lettori l’ardua sentenza.

Ho apprezzato non poco il lavoro di Le Huche tanto dal punto di vista grafico – ho già recensito in maniera entusiasta il suo precedente lavoro “La grande ruota” – ma anche e soprattutto dal punto di vista del soggetto e della sceneggiatura. “Il tango di Antonella”, infatti, è un omaggio all’Argentina e alla sua cultura, ma è anche e soprattutto un romantico sogno a occhi aperti. Antonella ed Helmut si piacciono, s’innamorano ma si vedono costretti pure a fronteggiare certe difficoltà quotidiane (non posso dire quali altrimenti non c’è gusto a leggere questa storia) che minano la serenità di qualsiasi coppia. L’assenza di spigoli e la cura maniacale alle espressioni del viso – tanto degli esseri umani, quanto degli animali – sono il tratto distintivo delle illustrazioni della Le Huche che, fin da subito, regala al lettore la possibilità di danzare lungo le pagine della storia, permeandola di leggerezza tanto nel tratto quanto nei colori, tenui e particolarmente suggestivi.
Un racconto per immagini che suggerisco a tutti: piccoli, così da poter sognare; grandi, così da poter tornare bambini e concedersi qualche sorridente divagazione sulle note di un tango.

Titolo: Il tango di Antonella
Autrice e illustratrice: Magali Le Huche
Genere: narrativa per l’infanzia
Casa editrice: Edizioni Clichy
Pagine: 32
Anno: 2018
Prezzo: € 17,00
Tempo medio di lettura: 1 ora
Film consigliati: “Il favoloso mondo di Amelie”scritto e diretto da Jean-Pierre Jeunet.
Soundtrack consigliata: “Libertango” (Astor Piazzolla)

L’autrice
Magali Le Huche è nata nel 1979 a Parigi, da piccola si inventava delle storie che la facevano stare sveglia tutta la notte, allora ha iniziato a disegnare per ritrovare il sonno. Da grande, la voglia di inventare storie e di disegnare non l’ha abbandonata, così è partita alla volta di Strasburgo per frequentare l’Accademia di Arti decorative. È una delle illustratrici di riferimento di Clichy, con la quale ha pubblicato il racconto illustrato “La grande ruota” (2018).

Paquito

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...