Lettore medio

Nato fuori legge (Trevor Noah)

Nato fuori leggeL’idea geniale dell’apartheid consisteva nel convincere la maggioranza schiacciante della popolazione a prendersela gli uni con gli altri. Odio a parte, si riduceva a questo: suddividere le persone in gruppi e fare in modo che queste si odiassero, rendendo possibile controllarle tutte.

In Sudafrica, dal 1948 fino al 1994 una feroce politica di segregazione razziale, l’apartheid, ha diviso la popolazione in razze – bianca, nera e coloured – vietando loro qualsiasi mescolanza o relazione che non fosse di tipo servo-padrone. Trevor Noah, oggi conduttore televisivo di uno dei più importanti show statunitensi, è nato proprio in quegli anni di segregazione da madre nera e padre bianco e, dunque, prova vivente di un vero e proprio crimine.
Tenuto nascosto al mondo per i primi anni della sua esistenza, registrato all’anagrafe come coloured per evitare l’allontanamento dai suoi genitori biologici, che sarebbero finiti in carcere, il ragazzo ha vissuto l’infanzia come emarginato, non essendo riconosciuto da alcuna razza come membro effettivo del gruppo. Anche con la fine dell’apartheid, abolito quando Trevor aveva compiuto i dieci anni, è stato difficile trovare amici sinceri, farsi accettare dalle tribù nere che ancora diffidavano dei bianchi a cui lui somigliava tanto. Ma Trevor è nato forte, intraprendente e ribelle, come sua madre Patricia, una donna che non ha mai amato farsi dire come vivere la sua vita e che ha sempre sfidato le autorità.
È a Patricia che Trevor ha dedicato quest’autobiografia, ringraziandola per aver fatto di lui un uomo. E benché il protagonista di questo memoriale sia proprio Trevor, narratore e autore, è Patricia la vera eroina delle storie raccontate dal figlio. Devota, testarda, a tratti severa, ma sempre guidata dall’amore e dalla fede, Patricia ha addestrato il ragazzo sui modi di sopravvivere al mondo, ma anche sul come conquistarlo, insegnandogli l’importanza delle lingue, che mettono in comunione persone diverse, e della letteratura, che sa regalare orizzonti nuovi e idee tutte da scoprire. È grazie alla madre se Trevor prova grande rispetto per le donne, se non ha mai osato maltrattarle come era invece costume dei maschi neri delle tribù; è grazie a lei se è riuscito a diplomarsi in ottime scuole, se non ha mai cercato di farsi strada con la violenza, perché l’amore di lei è stato sufficiente.
“Nato fuori legge” (edito da Ponte alle Grazie) non è soltanto un interessante resoconto della vita straordinaria di quest’uomo, che ha saputo emergere a testa alta da condizioni di estrema povertà e violenza, ma anche un tributo a sua madre, ai sani principi e all’amore incondizionato che lei ha saputo trasmettergli con efficace perizia. Le ultime pagine di questo libro commuovono, in un modo in cui pochi libri sanno fare, e sprigionano un grande senso di speranza e forza in chi è arrivato alla fine.

Titolo: Nato fuori legge
Autore: Trevor Noah
Casa editrice: Ponte alle Grazie
Genere: Autobiografia
Pagine: 336
Anno edizione: 2019
Prezzo: € 18,00
Tempo medio di lettura:  giorni 5

L’autore
Trevor Noah è nato il 20 febbraio 1984 in Sudafrica, da Patricia Nombuyiselo, nera di etnia xhosa, e da padre svizzero tedesco. La sua carriera di dj, comico e attore lo ha portato sugli schermi americani, dove conduce dal 2015 il Daily Show, seguito da milioni di telespettatori in tutto il mondo. Dal suo libro “Nato fuori legge” verrà tratto un film, in uscita nel 2019, con Lupita Nyong’o nella parte di sua madre Patricia.

Claudia

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...