Lettore medio

Dio di illusioni (Donna Tartt)

9788817106825_0_0_0_75“È una cosa terribile imparare da bambini che si è un essere separato dal resto del mondo, che niente e nessuno soffre i nostri medesimi dolori di scottature alla lingua o di sbucciature alle ginocchia: che ognuno è solo con i propri acciacchi e le proprie pene. Ancor più terribile, invecchiando, scoprire che nessuna persona – non importa quanto vicina – potrà mai capirci davvero. I nostri io sono ciò che ci rende più infelici, ed è per questo che bramiamo perderli, non credete?”

Siamo nel Vermont, verso la fine degli anni ’80 in un esclusivo college frequentato dalle giovani e promettenti menti della classe dirigente. La maggior parte degli studenti ha cospicui conti in banca e abitudini costose. Appartengono all’élite e come tale si comportano.
Tra loro arriva il giovane Richard Papen, californiano e figlio della classe operaia. Grazie ad una borsa di studio, è riuscito a scappare dalla soffocante realtà del borgo suburbano in cui viveva con la sua famiglia per realizzare il suo desiderio: studiare lettere. Appena arrivato all’Hampden College, viene subito attratto dalle voci che circolano sulle attività del professor Julian Marrow che insegna greco antico ed ha una selezione strettissima di studenti.Sono solo cinque tutti estremamente eccentrici: Bunny, Henry, Francis e i gemelli Charles e Camilla.Richard riesce a inserirsi nel corso e viene accettato dai ragazzi, sentendosi per la prima volta importante per qualcuno. Con i suoi nuovi amici sperimenta ogni tipo di esperienza, lecita e non, facendosi trascinare in situazioni troppo difficili da gestire. Alla fine, però, tutti dovranno fare i conti con le conseguenze delle loro azioni e delle loro illusioni.
Donna Tartt riesce, con questo romanzo, a restituire il ritratto di una generazione di giovani smarriti nelle proprie illusioni e in un mondo che troppo spesso li ha delusi, al punto da dover ricercare nuove strade di conoscenza e appartenenza. Il legame di amicizia e fratellanza, la complicità che si crea tra questi ragazzi, è qualcosa che sfiora la dipendenza: non pensano più come singoli ma come gruppo e, se si sentono minacciati, agiscono di conseguenza. Ciò che li accomuna è un senso di falsa superiorità e il bisogno di legarsi a qualcuno: quasi tutti loro hanno famiglie instabili che suppliscono alla carenza di affetti con il denaro, che pure è assente nel caso di Richard.
La storia è narrata in prima persona dal nostro protagonista che, a causa della sua giovane età e delle manipolazioni a cui viene sottoposto dai suoi compagni (ma, in particolar modo da Henry, il vero centro del gruppo),risulta molto inaffidabile. I ragazzi protagonisti di “Dio di illusioni” (edito in Italia per la casa editrice Bur) non possono essere definiti personaggi positivi, ma la bravura dell’autrice sta proprio qui: nonostanteil fastidioso snobismo, non si può fare a meno di tifare per loro e di sperare che, in qualche modo, tutto finisca per il meglio. La scrittura dell’autrice è limpida e asciutta, senza fronzoli, riesce a toccare momenti di poesia e filosofia con leggerezza e senza mai divagare dalla trama principale che rimane sempre molto accattivante e coinvolgente.

Titolo: Dio di illusioni
Autrice: Donna Tartt
Genere: Narrativa
Casa editrice: Bur – Rizzoli
Pagine: 622
Anno: 2014
Prezzo: €11,00
Tempo medio di lettura: 7 giorni
Soundtrack consigliata: “Another brick in the wall” Pink Floyd

L’autrice
Donna Tartt
non può dirsi un’autrice prolifica: al momento ha tre romanzi all’attivo. “Dio d’illusioni”, il suo romanzo d’esordio è uscito nel 1992 e l’ha consacrata come  autrice must degli anni ’90. Ha pubblicato, in seguito “Il piccolo amico” e “Il cardellino” con cui ha vinto il premio Pulitzer nel 2014.

Giovanna

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...