Lettore medio

La persona giusta (Sandra Petrignani)

La persona giusta«Che caldo, vero?» dice, e non è per niente sicura che faccia caldo. Ma lui dice sì. Semplicemente “sì”, come fosse normale parlarsi in quel modo, loro due che nessuno ha presentato l’uno all’altra, loro due che si conoscono solo di vista. Cioè, lei lo conosce di vista, quanto a Michel chi lo sa se l’ha mai notata.

India e Michel frequentano lo stesso liceo classico. Lei ha 16 anni, una madre hippie, una sorella cinica e l’ossessione per i social; lui ha 18 anni, due genitori adottivi borghesi, un fratello maggiore che è più simile a un amico e una grande passione per la letteratura. Non si conoscono, se non di vista, e poi un giorno, così, con naturalezza, si parlano. Non hanno mai amato prima, eppure ora gli pare facilissimo innamorarsi. Comincia in questo modo la loro storia, fatta di momenti dolci e inaspettati, ma anche di incomprensioni, paure e incertezze che mettono a dura prova i loro sentimenti d’amore.

Con una scrittura semplice, ma efficace, Sandra Petrignani rievoca le emozioni del primo grande amore, affidando a Michel e a India, i protagonisti di “La persona giusta” (edito da Giunti), il compito di coinvolgere il lettore, di ricordargli come si è sentito negli anni dell’adolescenza, quando tutto sembrava eterno e fragile allo stesso tempo.
La successione d’eventi pare, in un primo momento, priva di problematiche e pathos, rendendo forse l’inizio un po’ lento. Ma la serenità lascia presto il posto ai turbamenti amorosi, ai segreti e ai litigi, coinvolgendo gli amici e i parenti di entrambi i ragazzi, senza però cadere nell’abusatissimo cliché alla Romeo e Giulietta dei familiari che si odiano, ma, anzi, dimostrando quanto sia importante, in un rapporto tra giovani, la collaborazione e il supporto dei genitori di entrambe le parti.
India e Michel non sanno ancora bene chi sono e cosa vogliono dalla vita: lei non è sicura di voler continuare gli studi, lui non crede di voler scoprire chi sia il suo vero padre. Capiscono insieme che crescere vuol dire affrontare le proprie paure e l’ignoto, che il futuro, a volte, ha in serbo delle sorprese a cui non si può essere pronti. E, soprattutto, imparano che per diventare adulti bisogna portare avanti le proprie idee con convinzione, senza farsi influenzare dai pareri degli altri.
“La persona giusta” è un romanzo per ragazzi che affronta temi importantissimi, quali l’amore, l’amicizia e la famiglia, ma anche il razzismo, la droga e l’adozione, senza però scendere in profondità in questi ultimi. Tale mancanza può essere avvertita, forse, da un lettore adulto, desideroso di calarsi nell’oscurità dell’animo umano e della società in cui vive, mentre un lettore giovane apprezzerà di certo la freschezza dei dialoghi, i momenti dolci e spontanei che fanno sognare e regalano qualche ora di leggerezza.

Titolo: La persona giusta
Autore: Sandra Petrignani
Casa editrice: Giunti
Genere: Young Adult
Pagine: 168
Anno edizione: 2019
Prezzo: € 14,00
Tempo medio di lettura:  3 giorni

L’autrice
Sandra Petrignani è nata a Piacenza, vive preferibilmente in campagna, in Umbria, con tre cani e quattro gatti, e un po’ a Roma, dove i cani e i gatti preferiscono non seguirla. Ha scritto molti racconti, qualche romanzo, alcuni libri di viaggio e ricostruzioni delle vite di scrittori e artisti del Novecento, tra cui ricordiamo “Addio a Roma”, “Marguerite” (dedicato alla Duras), “La corsara. Ritratto di Natalia Ginzburg”, finalista al Premio Strega 2018, Premi Dessì, Globo e The Bridge.

Claudia

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...