Lettore medio

Oltre il bosco (Melissa Albert)

Oltre il boscoCominciai a ripetermi frasi nel cervello, per mantenere i miei pensieri entro i limiti sicuri della ragione. L’indice delle canzoni dei miei album preferiti. I titoli di tutti i libri di Harry Potter nel loro ordine. I posti in cui ero vissuta, uno per uno. […] Manteneva la mia mente aggrappata a un filo sottile di sanità e scetticismo. Ma stava scivolando.

Alice e sua madre, Ella, non hanno mai avuto una casa. Fin da quando Alice ne ha memoria, si sono spostate di città in città, perennemente in cerca di qualcuno che le ospitasse, senza mai fermarsi per più di qualche mese nello stesso posto. È la sfortuna nera che le perseguita, così le ha detto sua madre. Eppure Alice non si spiega perché proprio a loro capitano brutte cose, perché gli sconosciuti le si avvicinano per portarla via lontano, perché Ella non vuole mai parlare di Althea Proserpine, sua nonna, scrittrice di fama mondiale che vive a Hazel Wood, una villetta in mezzo a un bosco ignoto, nascosta ai fan e anche alla nipote. Ma quando sua madre viene rapita, ad Alice non resta che mettersi sulle tracce del misterioso cottage ereditato dalla nonna, perché è lì – ne è sicura – che i suoi rapitori la stanno portando.

Intrigante e oscuro, “Oltre il bosco” (edito da Rizzoli) è un romanzo che affascina e tiene incollati alle sue pagine dall’inizio alla fine. Ricca di suspense e di mistero, l’intricata storia di Alice si dispiega davanti agli occhi del lettore in maniera inaspettata e assai godibile, a metà strada tra un horror e un fantasy, con una spruzzatina di fiaba e noir che non fa mai male.
Lontana dalle classiche eroine fiabesche, Alice è cinica, fredda, dominata spesso da una rabbia che fatica a controllare e che lei stessa non si spiega. Soltanto Finch, il ragazzo per cui ha una cotta, riesce a volte a sedare il suo livore, ma mai completamente e, soprattutto, non dopo che sua madre viene portata via con la forza e Alice ha bisogno di trovarla al più presto.
I due partono insieme per una missione di salvataggio, senza sapere che li attendono pericoli inimmaginabili e forze oscure che non sono preparati ad affrontare. Non mancano, durante il viaggio, i colpi di scena, che agitano il cuore di chi legge e lo appesantiscono del dolore della perdita e del tradimento.
La scrittura, abile, densa, a tratti onirica, avvolge il lettore in una spirale di eventi e parole che lascia senza fiato. Sogno e realtà si sovrappongono fino a fondersi, creando un effetto fin troppo disturbante che inquieta e sconvolge. Da Hazel Wood e dalla penna di Melissa Albert non si sfugge e già dalla prima pagina, chi legge, ne resta stregato.

Titolo: Oltre il bosco
Autore: Melissa Albert
Casa editrice: Rizzoli
Genere: Fantastico, Horror
Pagine: 329
Anno edizione: 2019
Prezzo: € 17,00
Tempo medio di lettura: 6 giorni

L’autrice
Melissa Albert, web editor, ha scritto per riviste prestigiose tra cui “McSweeney’s” e “Time out Chicago”. “Oltre il bosco” è il suo romanzo d’esordio, i cui diritti cinematografici sono stati acquisiti dalla Columbia Pictures, che ne ha affidato l’adattamento ai produttori di “Divergent”.

Claudia

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...