Lettore medio

Il Mago M. (René Barjavel)

9788899793784_0_0_503_75Più di mille anni fa, in Bretagna, viveva un mago di nome Merlino. Era giovane e bello, aveva lo sguardo vivace e malizioso, un sorriso vagamente beffardo, le mani sottili, la grazia di un ballerino, la noncuranza di un gatto, la vivacità di una rondine. Lo scorrere del tempo non lo sfiorava, sua era la giovinezza eterna delle foreste.

Ci sono alcune storie che, nonostante il trascorrere del tempo, non smettono mai di esercitare il loro fascino sui lettori. Alcune di queste storie sono quelle che riguardano Artù e i suoi cavalieri. Fanno parte dell’immaginario comune e i loro nomi sono noti a tutti: Merlino, Viviana, Ginevra, Morgana, Lancillotto. Non si può pensare a loro senza rievocare lo splendore delle armature, i candidi destrieri e tanta magia. “Il Mago M.” di René Barjavel (edito da L’Orma) si concentra su un aspetto molto particolare delle avventure dei cavalieri della Tavola Rotonda, un filone molto specifico, quello della ricerca del Sacro Graal: all’inizio della narrazione facciamo conoscenza con quello che è il personaggio che dà il via a tutti gli eventi, il mago Merlino, una creatura potente ed eterna, in perenne lotta con il suo essere, a metà tra bene e male e che cerca in ogni modo di perseguire la via della luce. Se in altri romanzi che raccontano il Ciclo Bretone Merlino è rappresentato come un vegliardo saggio a dalla lunga barba bianca, in questa versione è un uomo giovane, che può però mutare e mascherare il proprio aspetto e la propria età a piacimento. La sua storia viene raccontata a partire dal concepimento fino a conoscerlo,oltre che per gli straordinari prodigi che accompagnano ogni fase della sua vita,anche per il suo amore proibito: quello con la bella Viviana, la Dama del Lago che lui stesso istruisce nell’arte della magia. Nel racconto tutte le azioni di Merlino sono finalizzate ad un unico scopo: il ritrovamento del Graal, la coppa benedetta usata per raccogliere il sangue di Cristo crocifisso che, si dice, porterà pace nel mondo. Solo un cavaliere dal cuore puro però è destinato a riuscire nell’impresa e la creazione della Tavola Rotonda servirà a scoprire il prescelto. La ricerca del Graal è quindi la spina dorsale di tutto il romanzo e da essa si diramano tutte le storie degli altri personaggi, cavalieri e non: tra questi troviamo la storia di Lancillotto, dilaniato tra la devozione per il suo sovrano e l’amore per la regina Ginevra, e Morgana, la strega che mira al trono del fratellastro Artù.
In questo romanzo c’è un perfetto connubio tra i personaggi descritti nel Ciclo Bretone e la potenza narrativa del romanzo moderno: i personaggi mantengono i tratti caratteristici delle leggende ma hanno uno spettro più ampio di personalità, pensieri e emozioni. In particolare, l’aspetto più innovativo del romanzo è proprio la scrittura dell’autore: un linguaggio semplice ma non banale che oscilla tra l’epica e l’umorismo. René Barjavel attinge a piene mani alle leggende senza però stravolgerle ma le consegna in una nuova veste ai lettori che possono avvicinarsi a questi racconti e contribuire alla diffusione delle storie di Artù e dei suoi cavalieri.

Titolo: Il mago M.
Autore: René Barjavel
Genere: Fantastico
Casa editrice: L’Orma
Pagine: 400
Anno: 2019
Prezzo: €20,00
Tempo medio di lettura: 4 giorni

Consiglio di lettura:“Le nebbie di Avalon” ripercorre le gesta di Artù e dei suoi cavalieri narrate dal punto di vista di Morgana. Potete trovare la recensione al seguente link
https://illettoremedio.wordpress.com/2019/02/09/le-nebbie-di-avalon-marion-zimmer-bradley/

L’autore
René Barjavel è stato uno scrittore, giornalista, sceneggiatore e dialoghista francese, considerato in patria uno degli autori di punta della fantascienza moderna francese. Il mago M., contrariamente ai suoi romanzi precedenti, è una riscrittura del ciclo bretone, una vera incursione nell’epica, pubblicato in Francia nel 1984 poco prima della morte dell’autore e da molti considerato il suo “testamento letterario”. Le opere di Barjavel in Italia hanno avuto poca risonanza, tant’è che il Mago M. è rimasto inedito in Italia fino alla pubblicazione da parte de L’Orma editore.

Giovanna

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...