Lettore medio

Le streghe dello Strega

Molti eventi sono caduti a marzo, tra cui la scelta dei dodici titoli che concorreranno al Premio Strega, uno dei più importanti riconoscimenti letterari che ci sono in Italia.
Nato nel 1947, il Premio prende il nome dal liquore Strega, che nasce a Benevento, città campana famosa per le leggende legate alle sue streghe.
Da sempre si dà alla parola strega un’accezione negativa, dovuta alla convinzione che alcune donne avessero contatti diretti con il Demonio grazie a rituali magici.Quasi sempre, però,venivano additate e perseguitate come streghe donne intelligenti e scaltre, che semplicemente non volevano adattarsi alle costrizioni del tempo.Proprio come le streghe, anche le scrittrici, sono vittime di pregiudizi, quando si pensa che scrivano solo per un pubblico femminile e che abbiano come unico tema l’amore. E, dunque, quante sono state, a oggi, le vincitrici del premio Strega? Poche donne, per la precisione solo undici.
premio-strega
Negli ultimi anni, però, la presenza femminile è aumentata, forse anche perché in passato le scrittrici erano di numero inferiore rispetto ai colleghi maschi.Tuttavia, è proprio grazie a una donna che il premio è nato. Maria Bellonci,insieme all’imprenditore Guido Alberti, proprietario della casa produttrice del famoso liquore,aveva istituito durante la guerra il circolo degli Amici della domenica, desiderosa di dare all’Italia un nuovo slancio culturale dopo anni di oscurantismo fascista. Queste le parole dell’ideatrice:«Già da tempo cominciavo a pensare a un nostro Premio, un Premio che nessuno ancora avesse mai immaginato. L’idea di una giuria vasta e democratica, che comprendesse tutti i nostri amici, mi sembrava tornar bene per ogni verso; confermava il nuovo acquisto della democrazia».
Nel 1986 la stessa Maria Bellonci vinse il Premio con “Rinascimento privato” (edito da Mondadori), purtroppo a pochi mesi dalla sua morte. Nel romanzo, una ormai anziana Isabella D’Este ripercorre la propria esistenza, fatta di politica e cultura. Una donna ambiziosa, colta e intelligente che ha dimostrato di essere pari, se non addirittura superiore, al marito e al figlio, sentendosi tuttavia sempre sconfitta.
La prima vincitrice donna fu, invece, Elsa Morante, che trionfò nel 1957 con “L’isola di Arturo” (edito da Einaudi), romanzo su un ragazzo che vive a Procida, piccola isola in cui è racchiuso tutto il suo mondo, che in sé custodisce fiaba e cruda realtà.
Tra gli altri nomi presenti nella lista delle vincitrici troviamo Natalia Ginzburg con “Lessico famigliare” (Einaudi,1963), Anna Maria Ortese con “Poveri e semplici”(Vallecchi, 1967), Lalla Romano e il suo “Le parole tra noi leggere” (Einaudi,1969), Fausta Cialente con “Le quattro ragazze di Weiselberger” (Mondadori,1976), Mariateresa Di Lascia e il suo “Passaggio in ombra” (Feltrinelli,1995), Dacia Maraini con “Buio” (Rizzoli,1999), Margaret Mazzantini con “Non ti muovere” (Mondadori,2002) eMelania G. Mazzucco con “Vita” (Rizzoli,2003).
Ultima vincitrice, a oggi,Helena Janeczek con “La Ragazza con la Leica” (Guanda, 2018), storia di Gerda Taro, fotografa tedesca, compagna del più celebre fotografo Robert Capa, morta a soli 27 anni investita da un carro armato durante la Resistenza spagnola.
C’è eterogeneità nei temi trattati da queste autrici, così come nella forma in cui sono scritti i romanzi, che sono estranei al pregiudizio sulla scrittura femminile.
Quest’anno,tra i dodici candidati ci sono tre donne:Silvia Ballestra con“La nuova stagione” (Bompiani),Marta Baronecon “Città sommersa” (Bompiani) e Valeria Parrellacon “Almarina” (Einaudi). Non ci resta che aspettare e vedere se tra queste brillanti scrittrici si celi la prossima vincitrice del Premio!

Arianna

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...