Lettore medio

Lo straordinario mondo di Ava Lavender (Leslye Walton)

81CEngfv7ML“Molti mi consideravano l’incarnazione di un mito, la personificazione di una magnifica leggenda, una favola. Alcuni mi giudicavano un mostro, una mutazione. Per mia grande sventura, una volta mi scambiarono per un angelo. Per mia madre ero tutto. Per mio padre, niente di niente. Per mia nonna ero la testimonianza vivente di amori perduti nel tempo. Ma io conoscevo la verità, l’avevo sempre saputa. Ero soltanto una ragazza.”

Inizia così questo piccolo capolavoro, con poche e semplici parole, sufficienti a farmi immergere nell’universo magico e straordinario di Ava Lavender.
Quest’ultima è la nostra narratrice, una sedicenne nata con le ali, vissuta sempre al sicuro tra le quattro mura di casa sua, che desidera capire quale sia l’origine della sua nascita straordinaria, raccontando la vita dei suoi familiari, i loro amori e le loro vicissitudini, fino ad arrivare al suo presente.
I primi ad essere presentati sono i bisnonni, Beauregard Roux e sua moglie, immigrati francesi che sperano di trovare fortuna e ricchezza a New York. Le loro vite s’intessono a quella della nonna Emilienne, una donna bellissima e dal carattere deciso, che una serie di dispiaceri e delusioni amorose porta a diventare una figura solitaria e scostante. Ava narra poi la nascita di sua madre, Viviane, una donna gioiosa e desiderosa di avventure, che perde i suoi colori e la sua passione per la vita a causa del mal d’amore.
La nostra narratrice arriva finalmente a parlare di sé, della sua nascita singolare, del suo fratello gemello, Henry, nato senza ali ma comunque unico nel suo genere, e dei molteplici personaggi le cui vite si sono intrecciate o si intrecceranno alla sua.
Le vite dei Lavender sono segnate dall’amore, di qualsiasi forma: quello familiare, quello tra amanti e quello tra amici; un amore che non sempre è puro e a lieto fine, ma a volte inganna e ipnotizza e scava nel petto una voragine che è impossibile da colmare. È un impulso che si presenta sotto mentite spoglie o che travolge come un fiume in piena o che è solo lussuria travestita da affetto.
Nel corso della narrazione le diverse sfaccettature di questo sentimento sono descritte con una tale crudezza e realismo da risultare dolorose. Spesso mi sono sentita sopraffatta dall’angoscia dei personaggi, pervasa dalla stessa amara e disillusa consapevolezza che l’amore come quello delle fiabe non esista. Eppure, nello straordinario mondo di Ava, l’affetto vero, quello che tutti anelano, esiste, anche se non è facile da trovare. Ed è un bene che salva la vita, che dà senso a tutto, che conforta e incoraggia, è un amore che mette al primo posto l’altro piuttosto che se stesso.

Lo stile narrativo di Leslye Walton è diretto ed efficace, grazie all’uso di metafore vivide e coinvolgenti, che proiettano il lettore in un universo magico eppure realistico. Questa saga familiare trabocca di sentimenti forti, che rischiano di sopraffare chi vi si immerge con la loro intensità, ma sanno toccare l’anima e infondere un senso di speranza, nonostante tutto il dolore narrato.

Titolo: Lo straordinario mondo di Ava Lavender
Autore: Leslye Walton
Genere: Young Adult
Casa editrice: Sperling & Kupfer
Pagine: 288
Anno edizione: 2014
Prezzo: € 13,52
Tempo medio di lettura: 2 giorni
Da leggere: sotto le coperte, in completa solitudine.

L’autrice:
Leslye Walton vive a Seattle, dove insegna in una scuola media. Ha un Master in scrittura creativa. Il suo romanzo d’esordio, “Lo straordinario mondo di Ava Lavender”, è nato inizialmente sotto forma di racconto, ispirato dalle note di una canzone ascoltata in un giorno di pioggia. Ha conquistato critica e librai americani, che già lo segnalano e lo consigliano tra i migliori libri Young Adult dell’anno.

Claudia

Annunci